SCALAPAY E DEUTSCHE BANK UNISCONO LE FORZE PER OFFRIRE SOLUZIONI DI PAGAMENTO FINO A 36 RATE: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER LA FILIERA

Deutsche Bank e Scalapay siglano un’intesa per innovare il credito al consumo, combinando competenze e risorse. È la prima volta che una fintech BNPL e un istituto bancario tradizionale stringono una partnership strategica.

La sinergia estende le opzioni di rateizzazione dalle attuali 3 o 4 rate offerte da Scalapay, fino a un massimo di 36 rate con finanziamenti di Deutsche Bank per importi entro 15.000 Euro

Milano, 9 maggio 2024 – Scalapay, piattaforma leader del buy now, pay later (BNPL) nel Sud Europa, e Deutsche Bank, tra i maggiori istituti bancari europei con un network globale, annunciano una partnership strategica che costituisce una pietra miliare nell’evoluzione storica del BNPL e, più in generale, del credito al consumo, con un impatto significativo anche per l’industria del turismo organizzato. È la prima volta che una fintech di questo segmento e un istituto bancario stringono una collaborazione per creare un ecosistema finanziario più integrato e innovativo al servizio di consumatori e imprese.

Scalapay e Deutsche Bank uniscono le forze per innovare il settore del credito al consumo in Italia, aumentando le opportunità a disposizione dei merchant partner della piattaforma così come dei consumatori. Si tratta di una sinergia che, da una parte consente a Scalapay di arricchire l’offerta di servizi a disposizione dei clienti, con nuove possibilità di pagamento rateizzato adatte ad acquisti di prodotti e servizi di elevato importo o con utilizzo ricorrente. Dall’altro lato permette all’istituto bancario di ampliare la sua presenza nel settore del credito al consumo, specialmente nell’online, anche usufruendo della grande expertise della fintech nell’ottimizzazione dell’esperienza cliente

Simone Mancini, CEO di Scalapay, commenta: “Siamo lieti di annunciare questa partnership, per ampliare l’offerta verso i merchant e la nostra base di 6 milioni di clienti. Questa collaborazione ci consente di semplificare l’esperienza dello shopper, anche in contesti più tradizionali come il credito al consumo. É un traguardo importante lavorare con Deutsche Bank, uno dei leader nel credito al consumo ma anche del sistema bancario che ci consente di innovare al di fuori del perimetro del BNPL classico”.

Marco Colombo, Head of B2B di Deutsche Bank in Italia, ha aggiunto: “Il percorso avviato con Scalapay, fintech leader del BNPL, rappresenta un’opportunità importante per accelerare l’evoluzione digitale del nostro business, in linea con la digital strategy del Gruppo, e per ampliare la nostra presenza nel settore dell’e-commerce, arricchendo ulteriormente la gamma di prodotti e servizi che offriamo in risposta alle esigenze di consumatori e merchant”.

Finora, Scalapay ha permesso ai suoi 6 milioni di utenti di effettuare acquisti online e in negozio, consentendo di suddividere i pagamenti in 3 o 4 rate fino a 5.000 euro. Ora, grazie a questa collaborazione, la gamma di soluzioni di rateizzazione si amplia dando ai clienti in Italia la possibilità di scegliere il BNPL offerto direttamente da Scalapay, oppure di selezionare le 6, 9 e 12 rate proposte da Deutsche Bank. Inoltre, per soddisfare esigenze di più lungo termine, l’opzione di credito al consumo di Deutsche Bank sarà disponibile fino a un massimo di 36 rate per importi entro i 15.000 euro. Una novità che si inserisce nel solco del megatrend relativo alla “subscription economy”, basata sull’idea di ripartire il pagamento di un servizio per il tempo in cui se ne usufruisce, ottimizzando la spesa.

Matteo Ciccalé, vice president strategic Growth di Scalapay sottolinea: “Inizia una nuova era per i pagamenti rateali. La partnership tra Scalapay e Deutsche Bank mette in luce una corrispondenza di grande valore, che ottimizza il matching tra la facilità di utilizzo della piattaforma e la struttura di finanziamento di Deutsche Bank. Nasce, così, un’importante occasione di business per agenzie di viaggi, tour operator e crocieristi con scontrini elevati. Quanti coglieranno l’opportunità di questa soluzione potranno godere di un vantaggio inedito sul mercato turistico 2024 e 2025, e accedere alle novità in arrivo”.